I moscioli di Portonovo sono delle cozze ma, a differenza delle cozze, crescono spontanee nella baia di Portonovo e quindi non sono allevate.

Questo è possibile perchè la conformazione degli scogli di questa baia sono veramente terreno fertile per la crescita spontanea di questo mitile : quindi non vengono allevati ma pescati. La pesca si svolge tra aprile e ottobre a pelo d'acqua e sotto con i sub.

Le prime testimonianze certe le abbiamo all'inizio del '900 ma con pesca molto limitata concentrata su pochi tratti della baia : la pesca avveniva per lo più a livello amatoriale con le batane, imbarcazione tipica dell'anconetano, e serviva solo per portare qualche soldo in più a casa in periodi di magra. Solo a partire dagli anni '50 la pesca del mosciolo cresce in maniera esponenziale con la crescita dell'offerta delle trattorie della baia : con la necessità di avere più prodotto le batane non bastano più e ci si rivolge ai sub per scendere a pescarle .

Nel 2004 viene inserito nei presidi slow food per salvaguardarle e valorizzarle :questo tutela tutt'oggi sia il prodotto che l'equilibrio tra il pescato e la capacità di riproduzione . La differenza tra il mosciolo e la cozza da allevamento , quelle che si trovano normalmente in tutte le parti d' Italia ,sta nel profumo e nel gusto più accentuato che troviamo in questo fantastico prodotto.

Nel nostro sito trovate in vendita un sugo con i moscioli preparato da un piccolo laboratorio artigianale con una vecchia ricetta anconetana Pronto all'uso solo da scaldare e da aggiungere un po' di prezzemolo e un filo d'olio extravergine d'oliva...........Buon appetito!!!!!!!!